Nuove opportunità per la città

In seguito all’esito positivo della selezione per il bando AttrACT di Regione Lombardia, il Comune di Voghera è stato individuato tra quelli ammessi alla sottoscrizione degli Accordi per l’attrattività (art. 2 comma 1 lett. e-bis9 della LR n 11 del 19/02/2014, con la DDUO n. 8944 del 20-7-2017, della D.G. Sviluppo economico della Regione Lombardia). Per partecipare al Programma AttrACT (www.AttrACTlombardy.it ), il Comune di Voghera ha proposto una serie di aree tra fabbricati e terreni sul proprio territorio da mettere a disposizione per nuovi investitori. Contestualmente si è assunto degli impegni in ambito di semplificazione amministrativa, incentivazione economica e fiscale, promozione delle opportunità localizzative e assistenza qualificata.

Progetto: lo stato dei lavori

Ad oggi è già stato realizzato un intervento di riqualificazione dell’area antistante la ex Caserma, su via Gramsci, con la realizzazione di un’area verde e relativa viabilità pedonale caratterizzata da un percorso di collegamento e uno in adiacenza all’edificio, entrambi in materiale pregiato (in pietra di Luserna). L’area è stata completata con una nuova illuminazione di sicurezza e con l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione d’accento per valorizzare il vicino parco e gli elementi architettonici della ex Caserma.

Si tratta di attività funzionali al miglioramento delle aree prescelte per il progetto AttrACT di proprietà del Comune di Voghera e alla valorizzazione delle proposte insediative e atte ad incentivare nuovi insediamenti. Non solo: gli interventi hanno anche una valenza sul fronte della sicurezza proprio per le aree che circondano l’ex Caserma, agevolando il transito pedonale. L’esigenza della messa in sicurezza nasce anche dal fatto che i tre poli dell’ex Caserma dovranno avere una destinazione turistico-ricettiva inglobata nel tessuto urbano del centro cittadino.

Il piano di marketing

Tra gli aspetti del Progetto AttrACT in generale e nello specifico di Voghera AttrACT, la comunicazione e il marketing assumono un ruolo fondamentale per divulgare le finalità del progetto stesso e l’attrattività dell’intera area cittadina. Il Piano marketing dovrà comprendere tutte le attività che permettano il conseguimento degli obiettivi definiti dal Comune, in concerto con il Programma AttrACT. In primo luogo, occorre delineare un valido modello di sviluppo sostenibile e decidere cosa il Comune di Voghera vorrà essere nel 2025 o nel 2030, nell’ambito di una più̀ ampia prospettiva di che cosa voglia divenire l’Oltrepò e la provincia di Pavia. Dovrà insomma definire il suo ruolo nel programma di sviluppo a livello provinciale ed eventualmente anche a livello regionale o macro regionale.

Il piano sarà uno strumento utile a fornire le linee guida di sviluppo e consentirà al management la scelta in merito a tre aspetti fondamentali:

  1. Ottimizzare le risorse (economiche e umane)
  2. Guidare consapevolmente lo sviluppo
  3. Fare delle scelte precise per la valorizzazione e gli investimenti

Il Piano di marketing dovrà essere realizzato con il coinvolgimento degli enti pubblici, come la Camera di Commercio, e di soggetti privati per esempio le associazioni di categoria e gli ordini professionali. La premessa fondamentale del piano stesso è rappresentata dalla posizione strategia di Voghera. La città, nel cuore dell’Oltrepò pavese, occupa da sempre una posizione centrale tra due importanti regioni geografiche: quella della pianura Padana e quella costiera mediterranea di Genova e del litorale ligure. Un crocevia di merci e di persone che ha permesso alle imprese locali di guardare al mercato e agli scambi, senza mai chiudersi nella prospettiva dell’autoconsumo. Tale situazione potrà essere potenziata e valorizzata, riaccendendo l’attenzione sull’area oltrepadana e sulle opportunità offerte dal territorio. Appare importante tenere in considerazione il contesto economico e produttivo dell’Oltrepò pavese e di Voghera dove, a metà degli anni Settanta il tessuto produttivo ha subito una radicale evoluzione con la chiusura di alcuni grandi industrie al posto delle quali si sono insediate imprese di dimensione piccole e medie ed attività artigianali, caratterizzate da produzioni qualitativamente elevate.

I contenuti del piano

Il piano di marketing dovrà articolarsi attraverso un approccio metodologico. Il che significa che dovrà essere individuato il modello strategico, cioè capire quale identità promuovere, il “linguaggio” giusto da adottare per proporsi agli investitori e la tipologia di azioni da adottare. Non solo, si dovrà effettuare un’analisi dettagliata del contesto per conoscere lo stato attuale di Voghera e del territorio circostante rispetto ad altre realtà, non necessariamente vicine dal punto di vista geografico. Andranno valutate le risorse anche in considerazione di fattori esogeni, come la politica nel territorio, la situazione economica delle imprese e la loro cultura imprenditoriale. Insomma, occorrerà capire dove è collocato il Comune di Voghera rispetto ad altri territori anche attraverso la competitività dell’area e le opportunità offerte. Un’analisi a 360 gradi che permetterà di conoscere anche le opportunità di incontro domanda-offerta e di stabilire un vantaggio competitivo per attrarre nuovi investimenti.

Individuazione del target

Un altro tassello di vitale importanza è l’individuazione del target, ovvero conoscere a fondo gli investitori attuali e quello potenziali in modo da definire gli interlocutori privilegiati del progetto. Il primo passo è la segmentazione degli investitori secondo una griglia di base che dovrà essere affinata con “filtri” successivi. Si partirà cioè con la distinzione tra investitori locali ed esterni che potranno a loro volta essere nazionali o internazionali, e amministrazioni pubbliche.

Una volta stabilito con precisione il target, si potrà decidere quali strumenti di comunicazione utilizzare e con quale frequenza per raggiungerlo. In questa fase si collocano per esempio le attività di pubbliche relazioni, gli eventi a sostegno e la promozione in senso lato. Andranno attivate cioè tutte le leve per suscitare interesse e creare bisogni, agendo sui desideri e stimolando le idee imprenditoriali.

Operatività del progetto

Dal punto di vista operativo un’ipotesi concreta è rappresentata dalla creazione di un sito Web di servizio destinato sia alle imprese del territorio Oltrepadano sia agli imprenditori che intendono avvicinarsi al suddetto territorio. Sono espressamente previsti da AttrACT i moduli di raccolta dei dati sulle opportunità insediative da presentare online attraverso le piattaforme online di AttrACT e del Comune di Voghera, e un catalogo cartaceo. È importante che la visibilità non sia solo a carattere locale o nazionale ma che varchi i confini dell’Italia. Per questo motivo sarà importante creare una rete di contatti organizzati con enti rappresentativi di categorie imprenditoriali (camere di commercio italiane e straniere). Si potrà lavorare alla realizzazione e organizzazione di meeting camerali e manifestazioni fieristiche che porteranno ad offrire un servizio di grande apertura nazionale e internazionale. Saranno previste schede informative del territorio da presentare tramite articoli ad esempio Why Invest in Voghera con presentazione di settori di eccellenza e di specializzazione del territorio.

Da non sottovalutare la possibilità di partecipare a occasioni pubbliche di presentazione delle opportunità di insediamento esclusivamente riferite al progetto AttrACT o a fiere del settore proposte da Regione Lombardia e da Unioncamere agli enti sottoscrittori dell’accordo esclusivamente riferite a AttrACT.

Nuove tecnologie

Tra gli strumenti della comunicazione si potrà dare un particolare rilievo alle nuove tecnologie, specie quelle legate al web che sono uno strumento prezioso perché semplificato e accelerano lo scambio di conoscenza. Internet e la galassia digitale che vi ruota attorno, rappresentano poi una risorsa notevole non solo per la diffusione di notizie, ma anche per stabilire più facilmente delle relazioni.

Per ottenere risultati sostenibile nel tempo, il Piano potrà avere obiettivi di medio lungo termine (3-5 anni). Per ottenere un obiettivo di medio/lungo termine occorrerà compiere una serie di azioni a “più corto raggio”, cioè una serie di azioni di breve termine che piano piano porteranno a conseguire l’obiettivo di medio/lungo termine.